Martorell, 31/05/2016. Pigmenti, alluminio e mica sono gli ingredienti di base necessari per creare un colore. Combinandoli, è possibile ottenere innumerevoli risultati diversi ma alla fine solo 12 tonalità entreranno a far parte della gamma di colori disponibili per una determinata vettura.

Tutto viene programmato con attenzione. Prima di iniziare a lavorare su un nuovo modello, il team del design apprende le caratteristiche essenziali che esso dovrà avere. E tra queste rientrano anche i colori. Per fare un esempio, forma e dimensioni della vettura sono importanti:“Le vetture di piccole dimensioni possono essere verniciate in colori più chiari e più uniformi, mentre per le vetture più grandi si tende a scegliere toni scuri, metallizzati”, spiega Jordi Font, Responsabile del reparto Colore & Finiture presso SEAT.

La scelta dei colori dipende anche dal target di Clienti cui è destinato il nuovo modello. “I colori luminosi e vivaci sono più adatti ai giovani, mentre i Clienti più maturi preferiscono tonalità più elegant”.Allo stesso modo, un altro fattore determinante è il carattere che desideriamo abbia la nuova vettura. “Una vettura sportiva non può avere la stessa gamma di colori di un SUV, che richiede toni più legati alla terra e alla natura”.



Anche il clima di un Paese e la sua cultura giocano un ruolo importante nella decisione sui colori adatti per i vari mercati e comunque ci sono tre colori che non possono mai mancare, ovvero bianco, nero e grigio. Sono i colori più popolari in Europa, come rivelano studi condotti nel corso degli anni.

Oltre a questi fattori, la scelta di un colore è anche il risultato di una “supposizione informata” fondata su diversi studi e analisi approfondite, come spiegato da Font. Il team del reparto Colore & Finiture deve fare delle previsioni con tre anni di anticipo e, per riuscirci, studia i colori di tendenza nel mondo della moda e dell’architettura. Il laboratorio di verniciatura si trasforma in un punto d’incontro tra chimica e creatività, poiché sono necessarie 100 formulazioni e 1.000 litri di vernice prima di lanciare un nuovo colore sul mercato. Viene profuso un impegno enorme affinché la previsione abbia successo, poiché il colore rappresenta un elemento chiave nella decisione d’acquisto del Cliente.

Tra tutti i colori possibili ce n’è uno con un significato speciale, il colore che rappresenta “una dichiarazione d’intenti”, afferma Font. Nel caso di SEAT Ateca, ad esempio, è stato scelto un arancio metallizzato, ribattezzato Samoa Orange. L’ispirazione per quella tonalità è venuta dalla città sede del Marchio: “Barcellona è una città ideale per ammirare l’alba, perché si trova sulla costa. Una sfumatura arancione all’orizzonte rappresenta un momento magico della giornata ed è proprio quella sensazione unica che volevamo catturare”.

Il colore è essenziale quando si desidera imprimere “emozione” ad una vettura, perché definisce il modo in cui ciascun guidatore “desidera essere ed essere visto”. Jordi Font sottolinea che “esistono tanti colori quanti gli stili individuali”, e conclude sostenendo che “in fondo, i colori esistono per essere vissuti e regalare emozion”.