/ Il concorrente italiano trionfa a Berlino insieme a una spagnola e un tedesco

/ 14 finalisti di 7 Paesi in una maratona di 48 ore all’insegna della creatività 

/ I vincitori parteciperanno allo sviluppo del logo musicale della SEAT, insieme a esperti SEAT e del settore musicale  

Verona, 09/05/2016– Spagna, Germania e Italia. Sono questi i Paesi da cui provengono i tre vincitori del SEAT Musicathon: per la precisione Adriana Castellano (Spagna), Christian Wiercimok (Germania) e Tomm Zeskel (Italia). I tre giovani talenti sono stati proclamati vincitori del concorso dopo una maratona all’insegna della creatività musicale della durata di 48 ore, tenutasi a Berlino durante il fine settimana. I 14 finalisti del concorso, dei quali tredici singoli e un team formato da due ragazzi, sono arrivati da ben 7 Paesi diversi: Spagna, Germania, Regno Unito, Francia, Italia, Paesi Bassi e perfino dall’oltre oceano, Messico.

Dopo la vittoria raggiunta a suon di musica, i tre inizieranno ora a lavorare con esperti SEAT e del settore musicale per sviluppare il sound logo del Marchio. Questo progetto include una visita allo stabilimento della SEAT a Martorell (Barcellona) e un viaggio a Los Angeles, dove i vincitori della finale berlinese svilupperanno il risultato della loro collaborazione presso un noto studio della capitale mondiale della musica.

“ Il Musicathon ha ampiamente superato tutte le nostre aspettative, sia per la qualità dei brani, sia per l’entusiasmo e la partecipazione dei finalisti durante le 48 ore di maratona creativa”, ha sottolineato Susanne Franz, Direttore Marketing di SEAT S.A. nonché membro della giuria del concorso.
“Grazie a questo progetto, la SEAT conferma la scommessa per la co-creazione, dimostrandosi ancora una volta un Marchio aperto, accessibile e contraddistinto da uno spirito giovane”.

Durante la fase iniziale del contest, che ha attirato 1.185 partecipanti in 7 Paesi, sono state raccolte 1.924 composizioni musicali, creazioni ex-novo dei giovani talenti che hanno sbaragliato gli avversari con la propria risposta musicale al quesito “Se Barcellona fosse una musica…”. Tra tutti i pezzi pervenuti, sono stati selezionati i 14 finalisti che hanno partecipato alla maratona musicale e creativa di Berlino.

Una volta arrivati a Berlino, i candidati hanno avuto a disposizione 48 ore per preparare i pezzi per la gran prova finale: creare la musica per un video della durata di 35 secondi intitolato “created in Barcelona”. Questo pezzo musicale, insieme a un secondo a cui i ragazzi hanno iniziato a lavorare prima dell’inizio della finale e che è stato poi completato a Berlino, hanno rappresentato gli elementi su cui la giuria ha preso la propria decisione.

Il Musicathon, nato grazie alla collaborazione con nomi rilevanti della scena musicale internazionale, come Abbey Road Institute, Roland, Epiphone e KRK Systems, rappresenta la seconda occasione in cui la SEAT sperimenta la strada della co –creazione. Il concetto è stato riproposto sull’onda del successo dell’Archithon di Barcellona dello scorso anno. Frutto della collaborazione tra studenti di Architettura, ha portato allo sviluppo del Museo Digitale della SEAT, che racchiude in maniera virtuale la collezione storica del Brand di Martorell.