Barcellona, 18/5/2015. – SEAT racconta la propria storia attraverso un’idea innovativa: un museo digitale. Il progetto è nato sullo sfondo di “Archithon”, un evento dedicato al mondo dell’architettura. Inaugurato il 15 maggio, ha visto la partecipazione di 40 studenti provenienti da università spagnole e tedesche che hanno lavorato per tutto il weekend alla creazione del migliore design per il museo.

Partendo dalle linee guida fornite dalla Casa spagnola, i partecipanti, divisi in squadre, hanno lavorato per 48 ore presso l’OneOcean Club di Barcellona. Il progetto vincente è opera di un gruppo composto da tre studenti: Anton Sahler (Università tecnica di Darmstadt), Ksymena Borczynska (Università di Kassel) e Patricia Loges (Università tecnica di Berlino), che hanno proposto la propria idea originale e innovativa per rappresentare la storia dell’azienda.

“Il progetto che abbiamo ritenuto vincente è basato sull’idea di una nuvola, in grado di spostarsi da una città all’altra” ha sottolineato Christian Stein, Direttore Marketing di SEAT e uno dei 5 membri della giuria dell’Archithon. “Ci sembra un progetto coerente e pienamente rappresentativo dei valori del Marchio, di respiro internazionale e in grado di raccontare la storia di SEAT in modo molto originale”. Gli autori dei tre migliori progetti riceveranno un premio in denaro e gli architetti ideatori del progetto vincitore continueranno a sviluppare la propria idea nei prossimi giorni. SEAT realizzerà il progetto selezionato e prevede di ultimare il museo digitale entro settembre.

Patricia Loges, sintetizzando il pensiero dell’intero team, ha sottolineato che “Questo premio è un’occasione unica per lavorare in un settore che amiamo: l’architettura. È molto positivo che aziende del calibro di SEAT organizzino iniziative come questa dimostrando interesse verso gli studenti più promettenti. Siamo impazienti di cominciare a lavorare allo sviluppo del progetto e di vederlo concretizzarsi nei prossimi mesi”.

 

Il Museo Digitale SEAT del futuro racconterà la storia dell’Azienda fin dalla sua fondazione nel 1950 e ne presenterà la prospettiva futura. Ospiterà spazi multifunzionali e permetterà di vedere i modelli più rappresentativi e conoscere le storie delle collezioni ma anche i professionisti che hanno contribuito al successo dell’Azienda.