Martorell, 01/02/2016. – Perché i SUV sono così apprezzati? Che cosa li rende tanto interessanti agli occhi degli acquirenti? Secondo gli esperti, la ragione risiede nell’evoluzione delle esigenze delle persone e le automobili “sono da sempre un riflesso della società”, afferma il responsabile tecnico della Fundació RACC, Lluís Puerto.

Alla stessa conclusione è giunto anche Jordi Brunat, docente di pianificazione strategica all’ESADE, esperto del settore automobilistico: “L’automobile è un prolungamento della persona, attraverso il quale esprimere personalità, stile di vita, abitudini, condizione economica, visione della società e il proprio rapporto con la società stessa”. Per questo motivo, società e mercato automobilistico da sempre si evolvono su binari paralleli.

Nella sua centenaria storia, la vettura ha svolto diverse funzioni: secondo Lluís Puerto, inizialmente era uno status symbol, un mezzo di trasporto utilizzato dalle classi sociali più abbienti. Negli anni, la società è diventata sempre più esigente nei confronti delle automobili. Senza considerare fattori quali la sicurezza, che occupa un posto centrale nel mercato attuale, una delle tendenze più recenti è la connettività, “che riveste un ruolo cruciale per poter comprendere i prossimi dieci anni”, assicura Puerto. “I servizi cui attualmente possiamo accedere dal telefono cellulare, diventati ormai irrinunciabili, dovranno naturalmente essere integrati nelle vetture ed è esattamente quello che sta accadendo”, aggiunge.


Negli anni, l’industria automobilistica ha accompagnato l’evoluzione della società. Attualmente viviamo nell’era dei SUV compatti, un segmento che sta acquisendo sempre maggiore importanza grazie alla “capacità di soddisfare le esigenze di tutta la famiglia, oltre a rivelarsi la soluzione migliore per le lunghe percorrenze come per il traffico urbano”, prosegue l’esperto del RACC.

SEAT sta compiendo enormi passi avanti in questo segmento per cogliere appieno tali opportunità ed è pronta a lanciare il suo primo SUV compatto nei mesi centrali dell’anno, “il momento ideale”, afferma Arantxa Alonso, del reparto Product Marketing SEAT.
“Con la formula Leon abbiamo dimostrato di essere un marchio maturo in grado di costruire vetture capaci di distinguersi per tecnologia e qualità”, permettendo all’Azienda di aumentare e consolidare le vendite attraverso l’accesso a segmenti nuovi, per esempio quello dei SUV compatti.

Secondo Alonso, l’acquirente del segmento dei SUV cerca quattro principali caratteristiche: senso di sicurezza maggiore derivante da una struttura robusta, design innovativo, maggiore versatilità e spaziosità. A suo avviso, queste caratteristiche rivestono maggiore importanza per i Clienti di sesso maschile dell’età media di 52 anni, benché siano considerate molto importanti anche dalle donne. “Grazie alla posizione di guida rialzata, le donne possono sentirsi più sicure per affrontare qualsiasi situazione nel traffico urbano. È come entrare in una fortezza”, aggiunge Alonso.

In base ai dati a disposizione del Marchio spagnolo, si stima che le vendite di questo modello registreranno una crescita del 25% entro il 2020, pari a oltre 1.550.000 esemplari di vetture del segmento nei Paesi dell’Europa Occidentale, a dimostrazione che “anziché essere una tendenza passeggera, il SUV è un prodotto destinato a restare”, conclude Alonso.