05 marzo 2019

/ 88.900 auto vendute nei primi due mesi dell’anno, un volume record per SEAT
/ Consegne cresciute dell’11,4% a febbraio, superando le 44.000 unità
/ Italia, Regno Unito e Germania hanno iniziato l’anno in ottima forma
/ Nel nostro Paese, con 2.592 auto immatricolate SEAT segna +20% a febbraio
/ Le vendite CUPRA segnano una crescita a tripla cifra

Verona
– SEAT approda al Salone di Ginevra in piena forma. Le crescite globali del marchio sono cresciute del 12,8% nei primi due mesi dell’anno rispetto allo stesso periodo del 2017, registrando il volume record di 88.900 unità. Un risultato che supera il precedente record, risalente all’anno 2000 (80.000 unità). Le vendite SEAT di febbraio hanno proseguito e consolidato la crescita, con 44.500 unità, l’11,4% rispetto a febbraio 2018 (39.900). Questo risultato rappresenta un nuovo record per SEAT, superando i volumi registrati nel 2000 (43.300).

Anche le vendite CUPRA* segnano risultati importanti, con una crescita a tripla cifra. Nei primi due mesi del 2019, il nuovo marchio ha consegnato 3.600* auto, il +101,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente ( *nb: risultato integrato nel volume totale di vendite SEAT).

“Da oggi, al Salone dell’Automobile di Ginevra mostreremo il futuro del marchio con concept car come SEAT el-Born e CUPRA Formentor, che saranno parte della nostra gamma modelli. Stiamo ancora lavorando al nostro futuro, con la soddisfazione data dall’aver raggiunto risultati eccellenti nel presente, inanellando un record dopo l’altro”, ha condiviso Wayne Griffiths, Vicepresidente SEAT per Vendite e Marketing e CEO CUPRA.

88.900 auto vendute nei primi due mesi dell’anno, un volume record per SEAT

Nei primi due mesi dell’anno, SEAT ha continuato a crescere a ritmo sostenuto nei suoi principali mercati. La Spagna guida la classifica con 17.800 unità vendute (+4,0%), leggermente davanti alla Germania, dove il Marchio ha registrato una crescita del 21,0%, con 16.600 unità.
Il Regno Unito è il terzo mercato per SEAT, con una crescita di oltre il 20% e un totale di 8.100 auto (+23,9%). Anche la Francia ha performato bene all’inizio dell’anno, con una crescita del 12,1% (4.800 unità vendute).

SEAT in Italia

Nel nostro Paese, SEAT ha registrato un febbraio positivo con un totale di 2.592 auto immatricolate e una crescita del +20% rispetto allo stesso mese del 2018. Nei primi due mesi dell’anno, con 4.204 unità immatricolate, SEAT segna una crescita complessiva del +8,7% rispetto al 2018, confermando il trend positivo (rispetto alla media del mercato, -4,9%).

“A livello di prodotto, contiamo su una gamma modelli che vanta ora anche una famiglia di SUV completa e perfetta per la richiesta del cliente italiano, oltre a una gamma a metano di cui abbiamo intenzione di sfruttare tutte le potenzialità in questo 2019” ha dichiarato Pierantonio Vianello, Direttore SEAT Italia. “Siamo ottimisti ed entusiasti del progetto che stiamo delineando per l’anno che abbiamo davanti” ha aggiunto Vianello.

SEAT e IBM rivoluzionano la mobilità urbana con l’intelligenza artificiale

Alla vigilia del Salone di Ginevra, SEAT annuncia anche l’importante collaborazione con IBM e lo sviluppo congiunto di “Mobility Advisor”, una soluzione disegnata per trasformare la guida nei centri urbani grazie all’ausilio dell’intelligenza artificiale di IBM Watson, che consente di prendere decisioni in merito alla migliore opzione di trasporto (auto, moto, bikesharing o trasporto pubblico) in ogni momento della propria quotidianità.

In fase di sviluppo e disegnata per funzionare come una app con le reti 4G/5G, “Mobility Advisor” si avvale di IBM Watson Assistant per fornire agli utenti un’interfaccia di conversazione che li aiuti a pianificare e ottimizzare percorsi, e scegliere le migliori opzioni di trasporto in base alle esigenze.

Grazie alla tecnologia IBM Watson Machine Learning, “Mobility Advisor” è in grado di apprendere le preferenze dell’utente e fornire suggerimenti personalizzati in merito alla miglior opzione di trasporto. Tramite connessione con IBM Cloud, l’app si adatta in forma dinamica al contesto mutevole esterno, essendo connessa alle informazioni del traffico, al meteo o agli eventi del giorno. Inoltre, incorpora l’agenda dell’utente e lo storico in merito a spostamenti precedenti, in modo da poter fornire la miglior opzione di percorso possibile.

Il team di R&D di SEAT lavorerà insieme agli specialisti di IBM allo sviluppo della prova di concetto “Mobility Advisor” e alle sue differenti potenziali applicazioni. Insieme a XMOBA, l’azienda indipendente di SEAT che testa nuove soluzioni per contribuire a una migliore mobilità, verrà analizzata la futura integrazione di “Mobility Advisor” con Justmoove, piattaforma di soluzione di mobilità collaborativa che l’azienda offre ai propri clienti.